Guida Bibenda 2017

bibenda-2017

Quest’anno abbiamo inviato alla Federazione Italiana Sommelier la annata 2013. E’ stata la più complicata fino ad ora, piovosa prima e durante le vendemmie. Per selezionare le uve Sangiovese e pigio-dirasparle, io e Janet abbiamo lavorato interrottamente dalle 17.00  fino alle 6.00 della mattina successiva. Stanchi morti…..

Sembra che abbiamo fatto un buon lavoro: il Primogenito ha preso 4 grappoli su 5, Fontana del Vescovo e Antica Porcellaia 3 grappoli.

Molto contenti per le belle parole della F.I.S. che, con piacere ,condividiamo con voi:

La parola giapponese ”kokoro” significa cuore, ma anche anima, essenza. Probabilmente i coniugi Janet e Maurizio Gonzales non avevano in mente questo termine, quando hanno ”battezzato” la loro Azienda, ma il nome con cui l’Umbria è conosciuto in Italia e all’estero, ”il cuore verde d’Italia”. Tuttavia, l’accostamento è suggestivo, perchè la filosofia dei Gonzales è dichiaratamente quella di ricercare l’essenza, l’anima, lo spirito del vino nella loro regione di elezione. Per questo si sottopongono ad un durissimo lavoro, prima, durante e dopo la vendemmia. Tanto per fare un esempio, quest’ultima viene fatta per trie, ossia con passaggi successivi (anche cinque!) per raccogliere solamente i grappoli giunti a perfetta maturazione. Ed anche se l’Azienda pratica l’agricoltura convenzionale, grandi sono le attenzioni alla minimizzazione dell’impatto ambientale ed alla riduzione dell’uso di addittivi in vinificazione. Il risultato sono vini di carattere, a volte spiazzanti nella loro diversità dagli schemi classici; ma i Gonzales – lo dicono loro – cercano clienti ”esigenti e curiosi”, e certamente sanno soddisfarli. Nella batteria presentata quest’anno (i vini sono tutti del millesimo 2013) al leggero arretramento rispetto alla scorsa edizione dell’Antica Porcellaia si accompagna una grande performance del Primogenito, davvero buonissimo, che si colloca agevolmente sopra l’asticella dei quattro grappoli.

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *